Not Equal e Senza Frontiere Onlus, insieme per la promozione della cultura dell’autismo.

Sabato 14 gennaio 2017, Senza Frontiere Onlus in collaborazione con l’Associazione Not Equal, hanno proposto a tutta la cittadinanza di Marino il primo Festival ideato e organizzato da ragazzi che si riconoscono nella condizione autistica.  L’evento ha avuto inizio alle ore 17 e nonostante le basse temperature di questi giorni un fitto pubblico ha riscaldato i giovani organizzatori con i propri applausi presso il Museo del Cinema – Sala Lepanto.

Marco, Nicola, Adriano e Elena sono alcuni dei ragazzi con sindrome di Asperger che, con la loro associazione culturale NOT EQUALpromuovono una cultura dell’autismo (e degli autismi) e un modo diverso di intendere la condizione autistica: non disabilità, ma diversità di sguardi, di punti di vista, secondo l’idea per cui “il mondo ha bisogno di tutti i tipi di mente”.  Lo fanno usando il cinema: come strumento di socializzazione e inclusione, come opportunità per entrare nel mondo del lavoro e acquisire autonomia. Il cinema è anche un eccezionale strumento per parlare di neuro-diversità, per permettere al pubblico neuro-tipico di imparare a relazionarsi con le persone autistiche, coglierne le specificità, ribaltare preconcetti e falsi stereotipi. In altre parole, il cinema è il mezzo perfetto per favorire la diffusione di una corretta informazione sul tema.

Presenti all’evento per il Comune di Marino che ha concesso il Patrocinio, l’Assessore alla Cultura, Paola Tiberi, la quale ha mostrato il proprio apprezzamento ringraziando gli organizzatori del AS Film Festival OnTheRoad 2017. Hanno partecipato inoltre i ragazzi della Cooperativa Gnosis i quali hanno esposto le loro opere artistiche nelle sale adiacenti alla sala proiezione. Segno di amicizia e condivisione tra le associazioni che operano a favore dei giovani in condizione di disagio.  Luciano Saltarelli, presidente di Senza Frontiere e Giuseppe Cacace, presidente di Not Equal,  soddisfatti per la riuscita di questo primo appuntamento che grazie alla FICC – Federazione Italiana dei Circoli del Cinema, che racchiude le associazioni di cultura cinematografica ad esse federate è possibile entrare in sinergia per la promozione e la diffusione di progetti come l’As Film Festival. Un ringraziamento – continua Saltarelli – va a tutti gli aderenti del Circolo Mark Film di Marino che si sono adoperati collaborando all’iniziativa.

COS’E’ LA SINDROME DI ASPERGER

La Sindrome di Asperger è un disturbo pervasivo dello sviluppo  ed è comunemente considerata una forma dello spettro autistico ad alto funzionamento. I tratti distintivi di una persona Asperger sono: persistente compromissione delle interazioni sociali, schemi di comportamento ripetitivi e stereotipati, attività e interessi molto ristretti. Diversamente dall’autismo classico, non presentano ritardi nello sviluppo del linguaggio o dello sviluppo cognitivo ma sono frequenti disturbi legati all’apprendimento non-verbale, alla fobia sociale e al disturbo schizoide di personalità. Poco nota in Italia, la sindrome di Asperger, forma di autismo ad alto funzionamento, è sempre più rappresentata al cinema e in televisione: personaggi con Asperger  sono per esempio lo Sherlock televisivo e il matematico Alan Tourig del film The imitation game, entrambi interpretati da Benedict Cumberbatch, o la protagonista della serie The Bridge interpretata da Diane Kruger. Si parla di Asperger anche nelle serie tv Silicon Valley, CommunityParenthoodBoston Legal, The Big Bang Theory e Grey’s Anatomy. Inoltre sono diversi i volti noti che hanno dichiarato di avere la sindrome di Asperger, tra gli altri gli attori Dan Aykroyd (The Blues Brothers, Ghostbusters) e Daryl Hannah (Kill Bill) e la cantante Susan Boyle.