A Filar Versi. Fabrizio De André e il Medioevo

A Filar Versi. Fabrizio De André e il Medioevo

Scritto e diretto dalla
Dott.ssa Martina Michelangeli

SCOPO E SVOLGIMENTO DELL’EVENTO

L’Associazione Senza Frontiere Onlus presenta A Filar versi. Fabrizio de André e il Medioevo, un originale evento, ideato dalla Dott.ssa Martina Michelangeli, per rendere omaggio, ai venti anni dalla scomparsa a uno dei più grandi poeti contemporanei della musica italiana: Fabrizio de André. Lo spettacolo ha lo scopo di far scoprire e “sentire” al pubblico le profonde connessioni tra l’universo culturale, storico e letterario dell’epoca Medioevale e le suggestioni musicali e poetiche confluite nell’opera di Fabrizio De André con l’esecuzione di alcuni dei brani più famosi del cantautore.

La manifestazione culturale nasce per la promozione e divulgazione della letteratura italiana attraverso l’arte della musica: si tratta di un ritorno “alle origini” anche nella composizione musicale dello spettacolo, con la presenza sul palco di due chitarre e un attore, ricreando quelle atmosfere medioevali d’intrattenimento della corte per raccontare le storie degli uomini antichi.

Un appassionato racconto in musica e parole, tra profondissimi spunti culturali. I brani di Fabrizio de André, eseguiti dal M° Mario Alberti e dal M° Franco Menichelli, dell’associazione La Terzina, seguiranno le letture di alcuni brani scelti della letteratura Medioevale, definita delle origini: in particolare saranno letti e spiegati al pubblico dei testi della letteratura italiana, di autori come Dante Alighieri e Giovanni Boccaccio. La Dott.ssa Martina Michelangeli sarà la relatrice dei passi letterari.

Lo scopo di questo evento inedito è di portare, attraverso un incontro culturale, un messaggio sulla bellezza delle storie e dei racconti pieni di umanità descritti nelle canzoni di Fabrizio de André, per ricordare il cantautore genovese, pilastro della storia della canzone italiana.

APPARATO SCENICO

 Lo spettacolo non richiede nessuna particolare messa in scena per quello che riguarda l’attrezzatura scenografica. Non sono previsti infatti cambi di scena né di costumi. Gli artisti si trovano sul palco rivolgendosi direttamente al pubblico, ognuno con un proprio leggio a supporto.

APPARATO TECNICO

  • Impianto Amplificazione di potenza adeguata alla sala;
  • Impianto di illuminazione adeguato alla sala;
  • 2 monitor su 2 linee indipendenti;
  • 3 microfoni voce;
  • 1 microfono per amplificatore chitarra;
  • 1 linea D.I. per chitarra classica elettrificata;
  • Alimentazione elettrica (distribuzione sul palco)

Si ritiene necessaria per lo svolgimento dell’evento la presenza di 1 tecnico sul luogo predisposto all’assistenza (nel caso il sito prescelto per l’evento ne abbia disponibilità), considerando il suo impiego per circa 4/5 ore durante il giorno dello spettacolo – per prove e durata dello spettacolo stesso.

N.B.: Nel caso in cui il sito prescelto abbia disponibilità del tecnico richiesto, si ritiene indispensabile interagire con questi fin dalla mattina del giorno dello spettacolo.

PROSPETTO ECONOMICO

Per il prospetto economico ai fini della realizzazione del progetto scrivi a: segreteria@senzafrontiereonlus.it

ARTISTI

MARTINA MICHELANGELI (Marino- RM, 1989) dopo gli studi scientifici (a.a. 2007-2008), la laurea in Lettere Moderne presso l’Università di Roma “Tor Vergata” (a.a 2010-2011) e la laurea Magistrale in Scienze del Testo presso l’Università di Roma “La Sapienza” (a.a. 2012-2013), ha concentrato la sua attenzione nel campo critico-filologico, in particolare riguardo gli studi danteschi. Nel febbraio 2012 la “Società Editrice Dante Alighieri SRL” ha pubblicato in eBook la sua tesi triennale. Ha collaborato con il laboratorio di Scienze del Testo per la trascrizione del manoscritto del “Fiore”, opera attribuita a Dante Alighieri, e della “vida” e la “razo” del trovatore Arnaut Daniel. Nel marzo 2014 la “Edizioni Galassia Arte” ha pubblicato un saggio sullo studio delle rime della “Divina Commedia”. Nell’aprile 2014 la “Edizioni Accademiche Italiane” ha pubblicato la sua tesi di laurea magistrale come pubblicazione scientifica. Nel luglio 2014 la “Edizioni Progetto Cultura” ha pubblicato il saggio di critica dantesca “Le Egloghe di Dante Alighieri”. Nel settembre 2014 la “MonettieRagusa Editori” ha pubblicato il saggio “La personalità del Don Giovanni: l’importanza delle parole nella costruzione del Mito”. Da marzo 2013 fino a dicembre 2014 è stata assistente editore per la Società Editrice Dante Alighieri Srl di Roma. Nel marzo 2015 ha vinto il primo premio del concorso letterario “Premio Dante Alighieri 2015” della EA Editore. Dal febbraio 2014 cura eventi culturali incentrati sulla lettura di brani dei testi più famosi della letteratura italiana, con particolare attenzione ad eventi di divulgazione della “Divina Commedia” con associazioni culturali e amministrazioni comunali di varie città d’Italia. Da ottobre 2017 cura una rubrica poetica, con appuntamento mensile fisso, a Roma, presso il Caffè Letterario Mameli27 dal titolo “A Parlar di Dante”.

Da febbraio a ottobre 2018 ha curato un ciclo di letture dantesche presso la Parrocchia SS. Trinità di Marino (RM) dal titolo “Amor ch’a nullo amato amar perdona: scoprire Dio in Compagnia di Dante Alighieri”.

MARIO ALBERTI Il M° Mario Alberti nasce a Marino il 7 marzo 1957, inizia la sua formazione musicale presso la scuola Music Farm di Ciampino (Rm), dove frequenta corsi per flauto traverso nell’ambito della musica jazz. Approfondisce lo studio del flauto traverso in ambito classico presso la Scuola Popolare di Testaccio, specializzandosi in musica anticacoadiuvato da insegnati del Conservatorio musicale Santa Cecilia (Rm), successivamente studia composizione presso la Little Berkeley di Roma; contemporaneamente esplora e studia la musica etnica intraprendendo una ricerca intorno ai suoni e ritmi latinoamericani.